Sensibilità dentale: le principali cause di questo disturbo

sensibilità dentale centre point dental clinic

La sensibilità dentale e i sintomi da non sottovalutare

La sensibilità dentale è un fastidio molto comune. L’ipersensibilità dei denti agli stimoli termici, come il caldo e il freddo, è un sintomo spesso molto sottovalutato dai pazienti. È un dolore intenso, anche se transitorio, causato dall’esposizione della dentina (la parte interna dei denti) a stimoli esterni, come il consumo di cibi e bevande calde e fredde. Questo fastidio, oltre che per i sopracitati motivi, può essere avvertito anche a causa del consumo di cibi agrodolci, per sollecitazioni tattili e, a volte, anche per la sola aria inspirata dalla bocca.

Le cause della sensibilità dentale

Le principali cause della sensibilità dentale sono numerose ed è bene prestargli particolare attenzione:

  • le abrasioni dovute ad un errato spazzolamento dei denti e abitudini scorrette come l’utilizzo di dentifrici sbiancanti e di spazzolini di scarsa qualità;
  • il consumo di cibi troppo acidi può accentuare questo problema. Per questo motivo è preferibile limitare l’assunzione di prodotti come la salsa di pomodoro, le bibite gassate, i limoni, i pompelmi e tutti gli agrumi in generale. Lo stesso discorso vale anche per chi soffre di disturbi del comportamento alimentare, come l’anoressia e la bulimia, e per i pazienti affetti da reflusso gastro-esofageo;
  • l’accumulo di placca sui denti può causare questo fastidio ed esporre il paziente a problematiche anche più gravi;
  • il bruxismo, ovvero la patologia che provoca il digrignamento dei denti, può rovinare lo smalto dei denti e di conseguenza accentuare questo problema;
  • dopo un intervento ai denti, a volte, possono capitare episodi di ipersensibilità dentinale;
  • l’utilizzo di alcuni collutori che contengono sostanze chimiche o alcool può rendere i denti sensibili. Per questo motivo è sempre preferibile utilizzare collutori senza alcool;
  • un dente scheggiato o rovinato può essere particolarmente sensibile agli stimoli termici;
  • infine, la sensibilità dentale, a volte può rappresentare anche il primo sintomo di carie dentale.
Cosa fare quando si soffre di sensibilità dentale?

Nel caso in cui abbiate iniziato a soffrire di estrema sensibilità ai denti, il consiglio più adatto è sempre quello di rivolgersi al proprio dentista il quale, dopo una anamnesi e una visita clinica, sarà in grado di individuare quali sono le reali cause della vostra ipersensibilità dentale e sottoporvi alle cure più adatte.