Caduta dei denti da latte nei bambini, età e sintomi

Intorno alla caduta dei denti da latte del bambino sono nati, nel corso dei secoli, miti e leggende che testimoniano l’importanza di questa fase della vita: la fatina dei denti e l’equivalente topolino dei denti da latte.

Entrambe le leggende sono quindi legate al momento della caduta dei denti: il bambino che perde un dente deve nasconderlo sotto il suo cuscino per ricevere un soldo al mattino.

Al di là delle creature folkloristiche, la caduta dei denti da latte è un fenomeno fisiologico, in gergo medico definito “permuta”, che generalmente coincide con i sei anni di età. In realtà è un processo del tutto soggettivo, che può variare da bambino a bambino.

Quali sono i sintomi della caduta dei denti da latte? È un fenomeno che normalmente non provoca dolore al bambino, ma solo fastidio se il dente dovesse rimanere a lungo semi legato alla gengiva.

Altro sintomo è la gengiva gonfia e infiammata dovuta al cambiamento in atto della bocca, soprattutto nei giorni precedenti all’eruzione dei denti permanenti. In questi casi è consigliabile, sotto prescrizione medica, far assumere al bambino paracetamolo che impedirà il sopraggiungere della febbre.

Nonostante la caduta dei denti sia un processo del tutto naturale e spontaneo, talvolta può capitare che i denti da latte ostacolino la crescita dei nuovi. In questi casi, non è raro che il pediatra decida di far estrarre i denti chirurgicamente. In caso contrario, se la caduta dei denti inizia precocemente, potrebbe capitare che i denti permanenti subiscano delle alterazioni strutturali.

Si parla, invece, di anchilosi nel caso in cui i denti da latte sono caduti, ma tardano a crescere i denti permanenti che rimangono bloccati dentro l’osso. Anche in questo caso bisogna ricorrere alla chirurgia per facilitare il processo.

Nell’elenco di possibili situazioni in cui il bambino può incorrere in questa fase, vi è anche la possibilità che il dente fatichi a cadere. In questo caso, il bambino potrà facilitare la caduta muovendo delicatamente il dentino.

Anche se sono destinati a cadere, i denti da latte rivestono comunque un ruolo importante consentendo una efficace masticazione e la fonazione. Per questo va rispettata sempre l’igiene orale anche prima della loro caduta. Per qualsiasi altro sintomo doloroso o fastidioso, è sempre consigliabile fare riferimento al parere del medico.